Ubuntu: I am because we are

Ubuntu: I am because we are

Ubuntu: I am because we are

“Ubuntu - I am because we are.”
Sotto i portici della Rotonda di via Besana 150 manifesti per la solidarietà sulle orme di Nelson Mandela

dal 15 al 28 ottobre 2018 Ingresso gratuito

Dagli 0 ai 99 anni!

Dal 15 al 28 ottobre 2018 (Lunedì esclusi)

Dalle 10.00 alle 18.00

Gratuito

“Ubuntu - I am because we are.”
Sotto i portici della Rotonda di via Besana 150 manifesti per la solidarietà sulle orme di Nelson Mandela

dal 15 al 28 ottobre 2018 Ingresso gratuito

Dagli 0 ai 99 anni!

Dal 15 al 28 ottobre 2018 (Lunedì esclusi)

Dalle 10.00 alle 18.00

Gratuito

 

Nell’anno del centenario della nascita di Nelson Mandela la mostra “Ubuntu - I am because we are: 150 manifesti per la solidarietà” intende portare avanti uno dei temi più cari al leader sudafricano, da sempre simbolo della difesa dei diritti civili e della solidarietà.

 

La mostra promossa da MUBA - Museo dei Bambini Milano in collaborazione con il Comune di Milano-Cultura, é ideata da Armando Milani grafico milanese di fama internazionale.

 

“Quando ho udito la parola Ubuntu ne sono rimasto subito affascinato per il suo suono esotico e per il suo significato. È una parola sudafricana del popolo Buntu - spiega Armando Milani - usata spesso da Nelson Mandela nei suoi discorsi sulla fratellanza e la pace. Significa umanità verso gli altri, dialogo, condivisione, rispetto e tolleranza. «Io sono perché noi siamo».

 

Il desiderio di trasmettere attraverso il linguaggio della grafica e del disegno questo senso di comunanza e fratellanza ha inizialmente portato il noto grafico a sviluppare alcuni poster e, in seguito, ad invitare designer professionisti, studenti e bambini da tutto il mondo a realizzare a loro volta un manifesto ispirato alla parola Ubuntu.

 

Ne è nata una raccolta di 150 manifesti, che sarà esposta per la prima volta a Milano sotto i Portici della Rotonda di via Besana dal 15 al 28 ottobre 2018 dalle 10.00 alle 18.00 tutti i giorni eslcuso il lunedì.

 

L’iniziativa nasce in un periodo di forti incertezze globali che hanno portato e, che continuano tuttora, a una forte ondata migratoria di milioni di persone in fuga da guerre e disastri naturali. Situazioni che hanno purtroppo permesso il proliferare di continui tentativi di minare la dignità umana di chi fugge, in cerca di una speranza e una promessa di vita migliore.

 

La mostra intende cercare di comunicare con i suoi lavori dei messaggi di denuncia e di speranza che aiutino a riflettere su possibili e sostenibili soluzioni.

 

 

 

 

“Ubuntu - I am because we are: 150 manifesti per la solidarietà” vede in ultimo anche il prezioso contributo di Yoko Ono, artista di fama internazionale e compagna di John Lennon, che ha concesso in via del tutto eccezionale la possibilità di utilizzare le parole di Imagine e il volto dell’ex Beatles per una delle opere in mostra.

 

Imagine è universalmente considerata una delle più belle canzoni della storia della musica, le cui strofe portatrici di un forte messaggio di pace e fratellanza corrispondono e riflettono a pieno l’umanità del concetto di Ubuntu di Nelson Mandela.

 

Due icone del XX secolo s’incontrano qui, anche se solo su carta e sul medesimo manifesto, ricordando ai visitatori della mostra come sia fondamentale cercare di dare sempre il proprio contributo per rendere il mondo un posto migliore.

 

L'iniziativa é sostenuta e resa possibile grazie al supporto della Società Umanitaria, storica Istituzione milanese da sempre impegnata nel sociale; dal Municipio 1 Milano; con il Patrocinio del Consolato Generale del Sudafrica, quello dell'Alliance Graphique Internationale e dell'Aiap, Associazione italiana design della comunicazione visiva.

 

Press kit qui.

 

“We can change the world and make it a better place. It is in your hands to make a difference.”

(Nelson Mandela)

 

--- INFO ---

Ingresso gratuito. Dal 15 al 28 ottobre 2018 (escluso il lunedì)

Dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

 

 

Nell’anno del centenario della nascita di Nelson Mandela la mostra “Ubuntu - I am because we are: 150 manifesti per la solidarietà” intende portare avanti uno dei temi più cari al leader sudafricano, da sempre simbolo della difesa dei diritti civili e della solidarietà.

 

La mostra promossa da MUBA - Museo dei Bambini Milano in collaborazione con il Comune di Milano-Cultura, é ideata da Armando Milani grafico milanese di fama internazionale.

 

“Quando ho udito la parola Ubuntu ne sono rimasto subito affascinato per il suo suono esotico e per il suo significato. È una parola sudafricana del popolo Buntu - spiega Armando Milani - usata spesso da Nelson Mandela nei suoi discorsi sulla fratellanza e la pace. Significa umanità verso gli altri, dialogo, condivisione, rispetto e tolleranza. «Io sono perché noi siamo».

 

Il desiderio di trasmettere attraverso il linguaggio della grafica e del disegno questo senso di comunanza e fratellanza ha inizialmente portato il noto grafico a sviluppare alcuni poster e, in seguito, ad invitare designer professionisti, studenti e bambini da tutto il mondo a realizzare a loro volta un manifesto ispirato alla parola Ubuntu.

 

Ne è nata una raccolta di 150 manifesti, che sarà esposta per la prima volta a Milano sotto i Portici della Rotonda di via Besana dal 15 al 28 ottobre 2018 dalle 10.00 alle 18.00 tutti i giorni eslcuso il lunedì.

 

L’iniziativa nasce in un periodo di forti incertezze globali che hanno portato e, che continuano tuttora, a una forte ondata migratoria di milioni di persone in fuga da guerre e disastri naturali. Situazioni che hanno purtroppo permesso il proliferare di continui tentativi di minare la dignità umana di chi fugge, in cerca di una speranza e una promessa di vita migliore.

 

La mostra intende cercare di comunicare con i suoi lavori dei messaggi di denuncia e di speranza che aiutino a riflettere su possibili e sostenibili soluzioni.

 

 

 

 

“Ubuntu - I am because we are: 150 manifesti per la solidarietà” vede in ultimo anche il prezioso contributo di Yoko Ono, artista di fama internazionale e compagna di John Lennon, che ha concesso in via del tutto eccezionale la possibilità di utilizzare le parole di Imagine e il volto dell’ex Beatles per una delle opere in mostra.

 

Imagine è universalmente considerata una delle più belle canzoni della storia della musica, le cui strofe portatrici di un forte messaggio di pace e fratellanza corrispondono e riflettono a pieno l’umanità del concetto di Ubuntu di Nelson Mandela.

 

Due icone del XX secolo s’incontrano qui, anche se solo su carta e sul medesimo manifesto, ricordando ai visitatori della mostra come sia fondamentale cercare di dare sempre il proprio contributo per rendere il mondo un posto migliore.

 

L'iniziativa é sostenuta e resa possibile grazie al supporto della Società Umanitaria, storica Istituzione milanese da sempre impegnata nel sociale; dal Municipio 1 Milano; con il Patrocinio del Consolato Generale del Sudafrica, quello dell'Alliance Graphique Internationale e dell'Aiap, Associazione italiana design della comunicazione visiva.

 

Press kit qui.

 

“We can change the world and make it a better place. It is in your hands to make a difference.”

(Nelson Mandela)

 

--- INFO ---

Ingresso gratuito. Dal 15 al 28 ottobre 2018 (escluso il lunedì)

Dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

 

Ingresso gratuito

Ingresso gratuito

CHIUDI

Questo sito utilizza cookies, chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informazioni. CHIUDI